Comune di Melilli

Comunicato del ViceSindaco Enzo Coco

Pubblicata il 07/09/2016

Replica sul "Regolamento per l'assistenza ai disagiati".
Vergognosa squallida bugia la dichiarazione del Presidente del Consiglio Comunale di Melilli, Avv. Salvatore Sbona, trasmessa al quotidiano Siracusa News in data 3 settembre 2016, avente oggetto: “Melilli, Aiuti alle famiglie in difficoltà: Pd, Udc; Italia dei valori e Grande sud chiedono modifiche al regolamento”.
La verità è un’altra e, ad onor del vero, va detta tutta.
Dal mese di maggio 2014, l’ufficio comunale incaricato di assistenza economica ha suggerito ai vari assessori che mi hanno preceduto, di effettuare opportune modifiche al regolamento comunale di assistenza economica, poiché ritenuto non idoneo alle richieste dei cittadini rendendo impossibile, all’amministrazione, di dare adeguate risposte. Siccome le proposte del funzionario addetto non erano prese in considerazione poiché lo stesso “non era nelle grazie” degli amministratori eletti, non ci furono sviluppi in merito e gli assessori che mi hanno preceduto “decisero autonomamente” di non occuparsene.
Da quando ricopro la funzione di Assessore ai Servizi Sociali , mi vanto di dirlo, ascolto le proposte dei funzionari addetti e cerco di dare realmente risposte concrete ai bisogni dei cittadini, lontano dall’idea di strumentalizzare servizi ed interventi sociali, per squallide campagne elettorali.
Fu così che, interfacciandomi con l’ufficio e ritenendo giusto rendere agevole un regolamento apportando le dovute modifiche, ho dato disposizione di trasmettere copia, per il di più di competenza, sia al Presidente del C.C. Sbona, che oggi appare quanto mai puerile e scorretto, che al Presidente della IV Commissione Ribera.
La modifica è stata regolarmente trasmessa ai summenzionati Consiglieri, con nota prot. n. 17665 del 31/8/2016.
Appare piuttosto scorretto, da parte del Presidente del C.C. Avv. Sbona, dare notizia
  che tale modifica è stata effettuata dai consiglieri nella nota  menzionati poiché, carte alla mano, ricordo e dimostro all’emerito  Presidente Sbona che il regolamento ritenuto nella sua  nota,    “ancorato a criteri selettivi troppo restrittivi e limitativi, non corrispondenti alle reali situazioni di indigenza in cui versano i cittadini…. Omissis…..” fu approvato  con delibera di C.C.  n. 7 dell’08/03/2013. Presidente del Consiglio, di allora, era l’Onorevole Pippo Sorbello; i consiglieri che lo discussero quali membri della IV commissione consiliare e lo approvarono in consiglio comunale erano Massimo Magnano, Sbona Salvatore, Mirko Caruso, Di Dato Paolo, Scollo Pietro e Ribera Sebastiano che, all’epoca ricopriva il ruolo di Presidente della IV commissione consiliare dove “tutti la facevan da padroni”.
Risulta inconcepibile che gli stessi consiglieri che hanno approvato un regolamento, e del quale hanno sempre vantato la paternità, oggi diffondano notizie per screditare chi veramente lavora e si interessa del sociale, ascoltando con umiltà e doveroso scrupolo le esigenze dei cittadini, ai quali va tutto il rispetto e la vicinanza di questa amministrazione che, in piena sintonia con gli uffici preposti, si impegnano costantemente a dare risposte reali a chi si trova nelle condizioni di disagio.
Invito il Presidente Sbona e i consiglieri firmatari della nota, a non divulgare false notizie per strumentalizzare i cittadini, iniziando una squallida campagna elettorale; le capacità si dimostrano sul campo, sulla nostra pelle, sul nostro essere sociali e non sminuendo il lavoro di chi, giornalmente, si dedica con umanità a creare interventi e servizi volti alla collettività.

L’Assessore ai Sevizi Sociali
              Enzo Coco

Facebook Google+ Twitter