Comune di Melilli

"Acqua libera o in bottiglia?" - Prima "Azione" della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti.

Pubblicata il 25/11/2016

Intensa e partecipata è stata l’accoglienza che gli anziani del Centro Incontro di Melilli hanno riservato al gruppo di 

Lavoro Comunale che da qualche mese è impegnato nella realizzazione del progetto “ComunicAzione, Identità Sociale e Sostenibilità Ambientale. Valori da Coltivare”.

L’incontro, finalizzato a sensibilizzare tutti i cittadini ad adottare nuovi comportamenti virtuosi e nuovi stili di vita per incrementare la raccolta dei rifiuti in modo differenziato, ha avuto come tema di discussione “Acqua libera o in bottiglia? “. 
L'argomento rientra tra le “Azioni” formativo/dimostrative che il Gruppo di Lavoro Comunale “#DifferenziamoEticamente”  ha progettato affinché il Comune di Melilli partecipasse alla “Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti” che, nell’edizione 2016 affronta la tematica della "Riduzione dei Rifiuti di Imballaggio".

Non è stato difficile trovare negli anziani la componente più saggia della nostra società che si è dichiarata immediatamente complice del progetto e di volere adottare e promuovere con convinzione il consumo dell’acqua del rubinetto.


Come è noto, le bottiglie di plastica vengono fabbricate con un composto chimico chiamato polietilene tereftalato (PET) che, come sottolineato in vari studi, sembrerebbe essere una sostanza capace di trasmette determinati elementi all’acqua alterandola e causando di conseguenza un impatto negativo sulla salute e sull’ambiente e di questo gli anziani hanno immediatamente e con certezza dimostrato di esserne assolutamente consapevoli.

Per quanto possa essere considerata buona, l’acqua in bottiglia è:

ü  sedimentata, cioè non è fresca e non si rigenera come l’acqua della fonte;

ü  meno  controllata dell’acqua di rubinetto che è invece quotidianamente analizzata alla fonte;

ü  dal sapore alterato causato  dalle sostanze che la plastica rilascia ad elevate temperature (per es. durante il trasporto)

ü  a notevole impatto ambientale poiché annualmente si producono 470.000 tonnellate di bottiglie di  plastica, di cui soltanto un terzo va a raccolta differenziata e il resto finisce nell’indifferenziata o nei termovalorizzatori.

ü  dai notevoli costi economici poiché quando si acquista al supermercato si paga, oltre alla bottiglie di plastica, l’azienda d’imbottigliamento, l’azienda di trasporto ma soprattutto la pubblicità che ricopre una fetta enorme del costo. In pratica solo l’1% di quello che si paga è il reale costo dell’acqua

Da sottolineare  il contributo attivo dato da Legambiente che attraverso un “Protocollo Etico” siglato col Comune di Melilli, in seno al progetto “ComunicAzione, Identità Sociale, Sosteibilità Ambientale. Valori da Coltivare” ha fornito gratuitamente la propria professionalità e le proprie esperienze in ambito ambientale, in particolare mettendo a disposizione del progetto le competenze  della Dott.ssa Conchita Musumeci e della prof.ssa Nella Tranchina che ne hanno curato gli aspetti della formazione.

Nei prossimi giorni seguirà la visita guidata all’acquedotto Pizzaratti che, per avverse condizioni meteo, è stata spostata alle ore 15:00 del prossimo 1° dicembre.

E' stato molto gradito dagli anziani l'intervento dell'Assessore Daniela Ternullo che a conclusione ha sottolineato l'importanza del progetto dichiarando: "Al di là dell'obbligo di adempiere alle indicazioni del governo regionale per non incorrere a sanzioni che, inevitabilmente avrebbero un impatto negativo sulla tassazione dei cittadini, diventare "Consumatore responsabile" riducendo, già al momento dell'acquisto, la produzione di rifiuti d'imballaggio è un "dovere etico"   dei nostri tempi.

Presenti all'evento anche il Segretario Generale del comune Carmelo Cunsolo, coordinatore del progetto, la dott.ssa Maria Gianino, dirigente responsabile dello Staff Gabinetto Sindaco e la progettista, referente per la comunicazione dott.ssa Rubino Giuseppa 

In allegato il "PROGRAMMA DELLE AZIONI SERR"

 


Allegati

Nome Dimensione
Allegato programma azioni SERR.pdf 267.27 KB

Facebook Google+ Twitter