Comune di Melilli

PALAZZO MUNICIPALE


Il Palazzo del Municipio

Lo splendido Palazzo Municipale di Melilli si trova in Piazza Filippo Crescimanno. L'edificio venne costruito sul sito dove sorgevano il monastero e la chiesa di San Paolo Apostolo sotto il titolo di San Benedetto, fondato nel 1595. Il cenobio venne poi soppresso in seguito al regio decreto 3036 del 7 luglio 1866, che ordinava l'abrogazione degli Ordini e delle Corporazioni religiose (in esecuzione della Legge del 28 giugno 1866, n° 2987).
 
Undici anni dopo, e precisamente nel gennaio del 1877, il monastero, la chiesa e l'orto furono dal Fondo del Culto ceduti all'Amministrazione Comunale, che aveva necessità di locali per gli uffici comunali, le scuole, etc. Il progetto per la costruzione del Palazzo Municipale fu redatto dall'ing. Luigi Spagna di Siracusa e successivamente modificato dall'ing. Ernesto Vergara ed ancora dall'ing. Filadelfo Fichera di Catania.

Il nuovo Palazzo Municipale, che fu costruito utilizzando la ghiaia delle "pirrere" di San Giovanni e di San Sebastiano, nonché la pietra da taglio delle cave di Melilli, fu inaugurato il 14 marzo 1888. Fino al 1971 adornavano la piazza Filippo Crescimanno due artistiche fontane, con due statue in cemento raffiguranti due contadine, opera dello scultore piacentino Mario Moschetti.
Le due fontane furono inaugurate nel 1907.